Cerca
  • Dott. Marco Mammarella

LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL BUSINESS

Ormai le aziende di ogni settore, per poter continuare a svolgere la propria attività sono state costrette a investire in nuove tecnologie e a modificare il modello di commercializzazione dei loro prodotti. Tutte le aziende del settore “Food&Beverage” hanno dovuto investire nel realizzare APP o a sottomettersi a canali specializzati per poter rimanere sul mercato e non essere costrette a chiudere per sempre. Molte aziende del settore “Fitness&Wellness” sono dovute ricorrere a strategie di erogazione di servizi attraverso i canali social e/o mediante l’utilizzo di software di videoconferenza. Questi cambiamenti sono stati indotti dall’emergenza COVID-19 e dalle restrizioni applicate dal nostro governo alle aziende, le quali, altrimenti, non avrebbero avuto questa necessità.


Ma molti imprenditori di questi settori e anche di altri non sembrano convinti che questa strada sia comunque quella da percorrere anche nel prossimo futuro, quando questa emergenza sarà terminata, infatti, sembra che le intenzioni degli imprenditori sia semplicemente quella di utilizzare questi nuovi strumenti e nuovi modelli di business solo in via temporanea e transitoria, senza un’idea di reale sviluppo futuro e senza un piano ben preciso in questa direzione che tenderà a proseguire la strada intrapresa.


In questo ultimo mese, solo pochi, illuminati imprenditori mi stanno chiedendo consulenza per la realizzazione o l’utilizzo di strumenti tecnologici (software gestionali o software integration) che consentano loro di poter gestire il loro business in questa fase e li porterà a ripensare tutto il loro modello di commercializzazione e distribuzione. Ho potuto notare che tutti coloro che ancora non si sono convinti di questa necessità fanno parte di 2 grandi macro-categorie:

  1. Scettici: coloro che non credono che questo cambiamento sarà per sempre, ovvero quelli che credono che il loro modello di successo tornerà ad esserlo nel futuro;

  2. Prudenti: coloro che, sebbene convinti della necessità del cambiamento di paradigma, non riescono a investire nel loro futuro e attendono in un rischiosissimo letargo che gli eventi forniscano loro il necessario coraggio per entrare in azione.

Personalmente ritengo che gli illuminati saranno coloro che daranno vita al “Business Next Gen” gli altri vedranno contrarre le proprie quote di mercato inesorabilmente.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti